Neverland

L’idea è quella di un atollo per isolarsi dal mondo o viceversa un luogo esclusivo per accogliere e condividere. Il lusso non è sfoggio del superfluo ma, alla maniera di Cocteau, una “ virtu’ nobile” che si estrinseca nella sua pienezza laddove l’animo umano viene posto nelle condizioni di dedicarsi alla sua più intima necessità , quella del sogno. Non c’è uomo che non abbia desiderato fuggire su un’isola deserta, possedere un proprio atollo . Il lusso di un saggio che ama godersi la vita circondato dalla bellezza o il gadget di servizio, che una struttura alberghiera o balneare può offrire ai propri ospiti speciali regalando la magia di un sogno. La destinazione è lasciata all’estro e alla fantasia di chi vorrà far propria l’isola. I comfort a bordo così come l’organizzazione degli spazi verranno progettati di volta in volta a seconda delle singole esigenze. Una provocazione a capitani coraggiosi pronti a inseguire i propri sogni o ad abili imprenditori creatori di un nuovo business tutto da inventare.